Induzione, la nuova parola d’ordine è Flessibilità

I nuovi piani cottura ad induzione sono un concentrato di tecnologia, di eleganza, prestazioni e facilità di utilizzo. Tutti motivi che stanno decretandone un successo crescente.

Con questi apparecchi possiamo contare su una cottura rapida e precisa, con il controllo totale di fattori quali calore e tempo, impostabili con sicurezza per risultati certi. Oggi la sfida fra i vari produttori si gioca anche e soprattutto su fattori come il rendimento e l’interfaccia.

Vediamone qualche esempio:

NEFF propone le sue zone di cottura flessibili, uno dei plus più importanti di questa tipologia di prodotti. Esse permettono infatti di attivare contemporaneamente due bruciatori adiacenti, rendendo possibile l’utilizzo di pentole di grandi dimensioni. I comandi automatici permettono di cuocere al meglio ogni alimento, velocizzando le operazione e risparmiando energia. Dalle cose più semplici, come la bollitura dell’acqua o lo scioglimento di alimenti delicati come il burro o il cioccolato, alle cotture più complesse.  Impostando i parametri corretti il piano si spegnerà automaticamente a cottura ultimata. Non ci sarà così il rischio di bruciare nessun alimento.

I nuovi piani cottura FlexInduction di Neff sono dotati di una FlexZone ancora più estesa grazie a due zone supplementari poste al centro del piano cottura che riconoscono automaticamente le stoviglie, riscaldandole alla perfezione, qualunque sia la loro posizione e dimensione. Inoltre, con l’esclusivo sistema di controllo TwistPad® Fire, basta un dito per regolare con precisione potenza e calore sotto pentole, padelle e piastre per grigliare.

ASKO presenta invece nella gamma Elements il piano cottura a induzione da 90 cm  HIG 1995 A. È costituito da 4 zone cottura a induzione con un bruciatore a gas Fusion Volcano. Le 4 zone a induzione, dotate di programmi di cottura automatici e timer, possono essere combinate in due grandi zone Bridge. Il bruciatore Fusion Volcano è progettato per cuocere con la tecnica Wok, concentrando il calore al centro della padella, ma spostando il selettore può essere usato anche per cotture più tradizionali per padelle e pentole dal fondo largo.

SMAVIC ha dal canto suo interessanti piani cottura ad induzione, facenti parte della sua linea Induction. Si tratta di una serie di prodotti in vetroceramica, proposti in nero, nelle misure 30, 60 e 90 cm, rispettivamente con 2, 4 e 5 zone ad induzione. Sono realizzati con materiali d’avanguardia, in cristallo vetroceramico con strati di Kerablack, un rivestimento resistentissimo caratterizzato da un forte potere filtrante. Il sistema auto-power di cui sono dotate le aree di induzione permette di riconoscere la posizione del tegame e lo spessore del fondo, così da ottimizzare la cottura delle pietanze.